nivo slider image nivo slider image nivo slider image nivo slider image nivo slider image nivo slider image nivo slider image nivo slider image nivo slider image nivo slider image nivo slider image

Parco Nazionale di Manu

Parco Nazionale di Manu

Il Parco Nazionale di Manu rappresenta una delle grandi biosfere del nostro pianeta, con oltre 2 milioni di ettari, la Riserva vanta specie di flora e fauna uniche con habitat diversi che vanno dalle Ande alla foresta montano-tropicale e la foresta pluviale.
La Riserva è stata riconosciuta biosfera nel 1977 sotta l’egida dell’UNESCO. Oggi, è considerata uno dei luoghi migliori del Sud America per osservare la fauna tropicale. La Riserva è composta da tre aree: l’Area Culturale, aperta a tutti; la Zona Riservata, aperta solo all’ecoturismo e la ricerca scientifica controllata; e il Parco Nazionale di Manu, allo scopo di proteggere la Riserva e accessibile solo ai ricercatori antropologici e biologici. In quest’area vivono ancora le popolazioni natie le quali ad oggi non hanno ancora avuto contatti con il mondo esterno.

La Riserva di Manu si estende dalla regione di Cusco e al fiume Madre de Dios ed è attraversata da molti immissari e piccoli torrenti che convergono dalle Ande al bacino dell’Amazzonia per gettarsi nel fiume più importante, il fiume Madre de Dios (lungo circa 1.150 km che irriga oltre 100.000 km²).

Nella Riserva di Manu crescono oltre 20.000 diverse specie di piante, circa 1.000 specie di uccelli, 1.200 tipi di farfalle, oltre 200 mammiferi e anche 13 specie di primati, armadilli, cercoletti, tartarughe di acqua dolce, caimani, gattopardi e innumerevoli rettili, insetti e animali anfibi. La Riserva ospita anche molte specie protette come il giaguaro e le lontre giganti. Gli scienziati ritengono che oltre 10.000 specie non siano ancora state identificate e che il Parco Nazionale di Manu potrebbe essere l’area più estesa e con la maggiore biodiversità del mondo.

Find us on

We are part of